Sciopero delle donne – 25 novembre indossa qualcosa di rosso

 

 

manifestoQuante donne ancora? Quante storie spezzate, vite finite nella violenza aberrante del femminicidio? La strage quotidiana delle donne, la violenza, le molestie, i ricatti, le aggressioni, fino all’estremo conseguenza, sono un’emergenza irrimandabile.

Vogliamo sensibilizzare, spostare il piano culturale dell’idea di violenza e prevenire prima che sia troppo tardi. Per questo ci servono alleanze con tutti coloro che hanno impegno, responsabilità e voglia di cambiare “l’ineluttabile”, a partire da ognuno di noi.

Cambiamo il nostro sguardo per cambiare il destino di tante di noi!

In occasione del 25 novembre, giornata mondiale contro la violenza sulle donne, aderiamo allo sciopero delle donne.

Per rendere evidente l’adesione a questo sciopero simbolico, donne e uomini indosseranno qualcosa di rosso, nei luoghi di lavoro ( dove le molestie e i ricatti sessuali sono in aumento), per strada, a scuola, al supermercato ovunque saremo quel giorno: una sciarpa, un foulard, un nastro che sarà indossato nel corso delle 24 ore, durata dello sciopero, per dire BASTA, tutti insieme. BASTA alla violenza ed al silenzio, ad una cultura che ci vuole oggetti e sottomesse.

E per farlo, dobbiamo declinare il significato del termine violenza in tutte le sue manifestazioni, perchè capire è il primo passo sulla strada della soluzione del problema, per dare dignità alle donne vittime, per dare loro una voce e una via d’uscita.

GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO VIOLENZA DONNE ICONAMa vogliamo anche dire a voi, e a tutti noi, maschi e femmine, che il dramma della violenza contro le donne deve essere affrontato con la parola, con l’ascolto, con una crescita culturale di questo paese che parta anche dei nostri piccoli mondi quotidiani e da ogni luogo. Le ore che trascorriamo con i colleghi, gli amici sono ore di vita, di rapporti, di dialoghi, di reciproca conoscenza. E sono una straordinaria occasione per uscire dal silenzio, per intrecciare relazioni, per scambiarsi opinioni su tanti argomenti. Riflettiamo fra di noi su questo drammatico fenomeno, diciamoci cosa pensiamo della violenza di genere e come spieghiamo il numero assurdo di femminicidi in Italia: ad oggi 124. Parliamone con i nostri colleghi, con i nostri partner, i nostri amici e coinvolgiamoli in questa battaglia.

Una battaglia che possiamo vincere solo insieme, donne e uomini alleati.

Pistoia città di genere – il programma delle iniziative in città

Appello

Adesione Donne CGIL

 

Pubblicato in SEGNALAZIONI Taggato con: , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*